"Una bella giornata" LUX ROSAE 2022

Questo cortometraggio dal titolo "Una bella giornata" è dedicato ai messaggeri di LuxRosae che il giorno 3 settembre 2022 hanno portato la fiaccola in un percorso ispirato all'esilio di Santa Rosa, santa a cui Lux Rosae è dedicata.

Il percorso è iniziato presso la chiesa di Santa Maria in Poggio, comunemente denominata "Crocetta", che fu la parrocchia della giovane santa, e dove fu, dopo la morte, sepolta. 

Poi è stata la volta del presidio ospedaliero di Belcolle, con deposizione di due mazzi di rose rosse, uno presso il monumento della santa, l'altro al "Giardino delle anime belle" realizzato a perenne memoria del personale sanitario deceduto nel periodo di pandemia. 

Seconda importante tappa Soriano nel Cimino, dove Santa Rosa ha vissuto l'esilio, con visita e deposizione di rose nel loculo "Cuna" dove era solita pregare. 

Grande e calorosa accoglienza da parte del sindaco Roberto Camilli, il parroco e delegati AVIS, con tanto di banda che suonava l'inno di Santa Rosa. 

Rinfresco assicurato dalla delegazione AVIS di Soriano e nuova partenza alla volta di Vitorchiano, altra tappa dell'esilio. 

Anche a Vitorchiano grande accoglienza con il sindaco Ruggero Grassotti in prima fila con il parroco. Visita e benedizione e deposizione di rose rosse di fronte alla casa di Santa Rosa e piccolo rinfresco (sempre grazie alla delegazione dell'AVIS di Vitorchiano) e via verso Viterbo, destinazione Monastero di Santa Rosa, dove all'accoglienza c'era Suor Francesca, madre superiora delle Suore Francescane Alcantarine. 

Fu la traslazione del corpo della santa dalla chiesa della Crocetta all'attuale chiesa di Santa Rosa, a dare il via al trasporto della Macchina, che via via nei secoli ha preso le forme attuali. 

In occasione del primo trasporto della Macchina "Gloria" ideata dall'architetto viterbese Raffaele Ascenzi (che è ad oggi l'unico ideatore ad essere stato anche facchino) è nata Lux Rosae. 

L'idea alla base è stata semplice e geniale al tempo stesso, riproporre la figura del tedoforo olimpionico che provvede, prima della partenza della Macchina, ad accenderne le luci. 

Vari sono stati i percorsi della fiaccola nel corso dei sei passaggi (2015, 2016, 2017, 2018, 2019, 2022) dal Vaticano, da Amatrice, da Assisi, da Agazzi. 

Ogni tedoforo messaggero ha un serio motivo per portare la fiaccola Lux Rosae, spesso è intimo e riservato, altre volte di rappresentanza.